.
Annunci online

un gruppo di amici... di tutto di più... e di tutto un po' :-D
Un po' di ottimismo (da www.kaddo.ilcannocchiale.it)
post pubblicato in Città o campagna?, il 16 febbraio 2009


Esiste un mondo diverso? Possiamo creare un mondo diverso?

Padre Kizito scriveva in un editoriale per PeaceLink: "Uno slogan indovinato afferma che un nuovo mondo è possibile. Anzi, è necessario, aggiunge qualcuno. Io mi permetto di dire sottovoce: amici, vi sbagliate, il nuovo mondo esiste già. ... Noi cambiamo il mondo con gesti grandi e piccoli. Tendendo la mano ad un amico, scavando un pozzo, curando un malato, coltivando un campo, riparando un computer, accarezzando un bambino che piange, fermandoci sull'autostrada ad aiutare chi è coinvolto in un incidente. I nostri gesti, il nostro lavoro, i nostri progetti hanno un valore che va al di là della loro pura materialità." 

Ricordiamoci che il mondo siamo noi...Gandhi diceva "Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo"
Io penso che un mondo come lo sognamo non ci sarà mai perché noi stessi per primi a volte non siamo il sogno che vorremmo essere per noi stessi. Il mondo è fatto delle nostre iperfezioni, dei nostri sbagli, delle nostre paure, delle nostre piccole guerre quotidiane, MA anche del nostro amore, quello che rivolgiamo agli altri e a noi stessi. Il mondo("la storia") siamo noi "nessuno si senta offeso" cantava Fiorella Mannoia.

Quindi "il nuovo mondo esiste già" e non è un'utopia perché "i sogni si chiamano utopia finché non diventano realtà"
..e poi cos'è l'utopia?
"Lei sta all'orizzonte. Io faccio due passi verso di lei, lei ne fa dieci più in là. Ma allora l'utopia a cosa serve? Appunto a questo: a camminare"
Eduardo Galeano



permalink | inviato da kaddo il 16/2/2009 alle 13:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Sfoglia gennaio        marzo
calendario
adv