.
Annunci online

un gruppo di amici... di tutto di più... e di tutto un po' :-D
La settimana decisiva
post pubblicato in Politica, il 3 dicembre 2009


Questa è una settimana cruciale per la tenuta del governo, se riuscirà a passare indenne questa tornata probabilmente arriverà a mangiare il panettone, diversamente vi sarà un'esplosione di tutta la maggioranza.

"La misura è colma", sembrano dire i continui messaggi che l'audace e furbo Presidente della Camera lancia da mesi al duce del Pdl. L'azione del governo è da mesi impantanata a causa dei maldestri e spregiudicati tentativi del premier e dei suoi  fedeli avvocati di non farlo processare. Il processo breve non è altro che questo, un'ennesima trovata agitata soltanto per ricattare le opposizioni e costringerle a cedere sull'impunità del capo del governo.
Mi preme sottolineare solo una cosa riguardo al processo breve, (che forse sarebbe meglio chiamare ammazza-processi), e cioè se davvero come dice Alfano dovesse buttare al macero solo l'1% dei processi in corso (cosa in ogni caso innammissibile, una riforma della giustizia che provoca ingiustizia è contraddittoria in sè stessa), perchè non rinunciano al valore retroattivo della riforma, visto che è così ininfluente?
Forse perchè, suggerisco io, serve solo per mettere il criminale più famoso d'Italia al riparo dalla giustizia.


In ogni caso in questo periodo di fortissima crisi economica e sociale l'inazione del governo si fa via via sempre più pesante, basti pensare al caso Termini Imerese, con la Fiat pronta a chiudere lo stabilimento e il ministro Scajola lasciato solo di fronte a Marchionne, con il Presidente del Consiglio in viaggio di piacere per ritrovare tutti i suoi amichetti criminali (invece di occuparsi delle migliai di persone che stanno perdendo il lavoro e non sanno come campare).
Sta facendo proprio un bel tour davvero, e il bello di tutto ciò è vedere come la disinformazione dei vari tg1 tg2 tg5 dipingano il Presidente Biellorusso come l'uomo più amato al mondo, mentre solo un paio di mesi fa si rincorrevano a dare del perfido dittatore a Chavez, il quale di contro si è sottoposto più volte al giudizio del popolo Venezuelano in modo trasparente come attestano le varie istituzioni ed ONG per le osservazioni elettorali.

Venerdì 4 dicembre poi è prevista la deposizione del pentito Spatuzza. Staremo a sentire cosa rivelerà ai giudici, non voglio fare previsioni, però mi preme sottolineare come Massimo Ciancimino abbia già rivelato come Dell'Utri sia stato per diverso tempo in contatto con Provenzano. Bene a fare 2+2 non ci vuole molto immagino.
Vorrei chiudere parlando della grande manifestazione che si sta preparando per sabato 5 dicembre, la quale vedrà la partecipazione di tantissime persone, ma soprattutto di giovani che chiederanno a gran voce le dimissioni da parte di un uomo che non è più il presidente del consiglio di questa Repubblica, ma bensì un criminale, un mafioso, un despota che ritiene che sia sufficiente il consenso per essere superiore alla legge (anche Hitler aveva il consenso della maggioranza). Se come spero questa ondata di marea travolgerà questo inutile, dannoso e traballante esecutivo non potremo commettere l'errore che basti questo per togliere l'Italia dai guai di un declino economico, sociale, culturale, ambientale, valoriale, ma dovremo invece rimboccarci le maniche per far sì che persone e tirapiedi del genere non siedano più sui banchi dell'esecutivo e nemmeno del Parlamento. L'Italia ha bisogno di riforme, solidarietà , tolleranza e cosa più importante giustizia. Spetta a noi far sì che questo avvenga. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. premier manifestazione mafia

permalink | inviato da Malatesta85 il 3/12/2009 alle 0:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia novembre        maggio
calendario
adv